Bastia Foligno, scontri allo stadio, indagini in corso su entrambi i gruppi di tifosi

 
Chiama o scrivi in redazione


di Morena Zingales
BASTIA UMBRA – Continuano le indagini relative alla rissa tra i tifosi del Bastia e del Foligno dopo la partita di domenica scorsa allo stadio della città bastiola, che ha provocato il ferimento grave di un 47enne, tifoso del Foligno. Gli investigatori non si sbilanciano più di tanto. Non si conosce il numero degli indagati, né i loro nomi. L’unica cosa certa che stanno continuando a collaborare con l’Autorità Giudiziaria come attività d’indagine.

Gli indagati ci sono, ma non si sa quanti sono. Gli inquirenti indagano da entrambi le parti, sia nel gruppo dei tifosi bastioli, sia in quelli folignati. I primi erano una decina e i secondi una ventina. Entrambi hanno avuto comportamenti con delle rilevanze penali su tre profili. Il primo è relativo a reati specifici in materia di stadi, il secondo è il reato di rissa dimostrabili da immagini e il terzo, il più grave, quello delle lesioni gravissime al tifoso ferito, ancora è in ospedale.

Per tutti e tre i profili ci sono elementi che si devo sviluppare con l’Autorità giudiziaria che fin da subito ha assistito gli investigatori. Maggiori dettagli e conferme si potranno avere nelle prossime ore.

5 Commenti

  1. Spero che i magistrati accertino anche se ci sono responsabilità da parte di qualcuno che potrebbe aver sottovalutato la prevenzione e la necessità di vigilare all’esterno dello stadio. Anche se ho forti dubbi che cio accada.. tra cani ‘nse moscono!

    • Credo caro Marco che prevedere una prevenzione impegnando decine e decine di forze dell’ordine per una partita di INTERREGIONALE di calcio al fine di evitare che qualcuno vada in coma all’ospedale sia lo specchio dei nostri tempi e che qualcosa non funziona. Ieri al pala Evangelisti c’erano 6000 persone, di entrambe le tifoserie, 6 carabinieri e non è succcesso nulla. E’ l’educazione il problema. Detto questo credo che sia molto molto più grave quello che è stato scritto e confermato dal sindaco di Bastia Umbra e cioè che le telecamere erano spente per i traslochi degli uffici…. senza parole per la nostra classe politica.

  2. Totalmente d’accordo con Giorgio, e aggiungo tolleranza zero con i violenti ai quali deve essere impedito di entrare negli stadi. Se è possibile con la pallavolo, deve essere possibile anche con il calcio.

  3. Totalmente d’accordo con Giorgio, e aggiungo tolleranza zero con i violenti ai quali deve essere impedito di entrare negli stadi. Se è possibile con la pallavolo, deve essere possibile anche con il calcio.

  4. Totalmente daccordo con Giorgio, aggiungiamo anche noi tolleranza zero con i violenti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*