Bastia Umbra, indagine di ‘Microzonazione sismica” del territorio comunale

Ai fini della prevenzione sismica e della valutazione del rischio sismico, la microzonazione è uno strumento molto utile per il governo del territorio

 
Chiama o scrivi in redazione


Piazza Mazzini nuova pavimentazione equipe al lavoro con Paolo Belardi

Bastia Umbra, indagine di ‘Microzonazione sismica” del territorio comunale BASTIA UMBRA – Il Comune di Bastia Umbra sta realizzando indagini di “microzonazione sismica” del territorio comunale, nell’ambito di un più generale intervento per la prevenzione del rischio sismico, disciplinato e co-finanziato dallo Stato e dalla Regione Umbria. La Giunta regionale al riguardo ha stabilito che  la parte strutturale del PRG debba essere corredata dalle carte di pericolosità sismica locale

Ai fini della prevenzione sismica e della valutazione del rischio sismico, la microzonazione è uno strumento molto utile per il governo del territorio, nonché per la progettazione e per la pianificazione per l’emergenza.  Lo scopo è di riconoscere, su scala comunale o sub comunale, le condizioni locali che possono modificare sensibilmente le caratteristiche del moto sismico atteso o possono produrre deformazioni permanenti rilevanti per le costruzioni e le infrastrutture.

“Questo studio che realizziamo nell’ambito del nuovo Prg – rileva l’assessore Francesco Fratellini – offre un importante contributo di conoscenza del territorio, che può risultare estremante utile ad una concreta azione di prevenzione, considerato che Bastia Umbra è in un’area del territorio regionale a rischio sismico”.

Sulla base di uno studio geologico predisposto dal Comune, per portare a termine le indagini previste, si sta avviando una campagna    di sondaggi geognostici e altre attività tecniche mini-invasive, che non comportano scavi e installazioni di elementi sul terreno, né modificazioni del profilo del terreno stesso.

Il miglioramento della conoscenza prodotto dagli studi di microzonazione sismica può contribuire concretamente, insieme a studi di vulnerabilità ed esposizione, all’ottimizzazione delle risorse rese disponibili per interventi mirati alla mitigazione del rischio sismico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*