Qualcuno ha ripulito i giardini di Bastiola…mah!!!

 
Chiama o scrivi in redazione


di Morena Zingales
BASTIOLA DI BASTIA UMBRA – A distanza di soli sei giorni dalla pubblicazione del nostro articolo sul degrado dei giardinetti pubblici di Bastiola, rileviamo con soddisfazione che gli incaricati della nettezza urbana sono passati a ripulire. La riprova sta nella galleria fotografica che abbiamo pubblicato, piena di foto scattate questa mattina.
Gli incaricati, come vedete nelle immagini, hanno ripulito ciò che gli incivili provvedono, poveri noi, a “ripopolare” giorno dopo giorno. Ci domandiamo, ma per tenere pulito un posto come questo deve necessariamente essere ripulito? Se invece di ripulirlo questo non venisse sporcato, non sarebbe meglio? O magari, come diceva Evola, che ognuno pulisca accanto alla sua casa e la “piazza” (giardino) sarà pulito. Certo, come no, è pretendere troppo. I “vandali”, che sappiamo bene chi sono, sono capaci solo di rovinare ciò che appartiene a tutti quanti noi.

Un “Grazie” a chi ha pulito, grazie alla Amministrazione che ci ha spedito gli addetti, grazie a loro per aver fatto ciò per il quale sono pagati. Ma tra qualche giorno, purtroppo, sarà punto e capo perché gli incivili, continueranno ad essere incivili. E’ questo è un dato di fatto! Sì perché forse non si capisce bene, che il Comune ha un budget per assolvere anche a queste operazioni. I soldi che arriveranno dal Governo centrale, e lo avete sentito in una intervista realizzata al sindaco, Stefano Ansideri, qualche sera fa, saranno sempre di meno. Ma ci vuol molto a capire che serve l’aiuto di tutti? C’è da mantenere alto il livello dei servizi signori miei. E sporcare significa spendere.

Un posto così bello andrebbe trattato con i guanti bianchi e invece, chi ce l’ha magari non l’apprezza…

E dell’osso lasciato in bella vista, ne vogliamo parlare?  Come è finito lì? Di sicuro è qualcuno che porta a spasso il cane, con osso allegato,…oppure il frutto di una qualche “grigliata”?

Leggendo il cartello che riporta la scritta: “L’utilizzo dei giardini è riservato esclusivamente ai soli pedoni…è vietato introdurre cani o altri animali”. Bella questa! E se gli animali entrano da soli? Questo può accadere visto che l’area è accessibile anche a loro, quindi quel cartello lascia il tempo che trova, così come tutte le scritte indicate nello stesso.

E che dire della cabina dell’Enel con le “graziose” scritte? Beh lì è sicuramente opera di qualche “artista” poco civile, ma la stessa Enel non dovrebbe prendere dei provvedimenti per farle cancellare?

Per sdrammatizzare diciamo: “Non è pulito chi pulisce, ma è pulito chi non sporca”. Il resto ditelo voi…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*