Approvato definitivamente il piano dell’area Giontella, era all’ordine del giorno del Consiglio

 
Chiama o scrivi in redazione


Approvato definitivamente il piano dell’area Giontella, era all’ordine del giorno del Consiglio

Approvato definitivamente il piano dell’area Giontella, era all’ordine del giorno del Consiglio

Con 11 voti favorevoli, due astenuti e 4 contrari è stato approvato definitivamente un piano molto importante per Bastia. La sistemazione urbanistica di una zona che in passato è stata oggetto di forti contrapposizioni politiche e di molte polemiche che oltre al positivo recupero dell’ex tabacchificio Giontella dove si è insediato il Palazzo della Salute, ha visto in negativo, la demolizione della storica piscina Eden Rock avvenuta più di 10 anni fa, e sollevò moltissime proteste da parte dell’opinione pubblica.

© Protetto da Copyright DMCA

Al suo posto verranno costruiti due edifici con destinazione residenziale, commerciale e direzionale, oltre ad una parte a servizi pubblici, recuperando un’area, limitrofa all’attuale Palazzo della Salute che da tanti anni contiene solo macerie.

Tutto il quartiere si gioverà della realizzazione di ulteriori parcheggi e di un vasto verde attrezzato nella zona tra la ferrovia e via Irlanda dove sono previste anche le volumetrie per un edificio scolastico sul terreno che sarà ceduto al Comune come contropartita della revisione delle destinazioni d’uso di una parte dei volumi presenti nel comparto.

Anche la viabilità sarà notevolmente migliorata grazie alla realizzazione di una strada che costeggia la ferrovia per poi congiungersi alla rotatoria di via Roma liberando via Irlanda dal traffico di attraversamento che non interessa quella zona densamente abitata. Il Consiglio Comunale ha anche accolto la richiesta di proroga del termine per la firma della convenzione del piano di Piazza del Mercato, presentata dagli attuatori in seguito alla trattiva in fase avanzata con Pac 2000 soc. Cooperativa che dovrebbe consentire l’avvio del piano che prevede, tra l’altro, il recupero dell’ex Mattatoio Comunale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*