Maggioranza compatta e che sostiene Ansideri replica al Pd bastiolo

Amministrazione Ansideri ha fatto e sta facendo: risolvere i problemi della Città in via definitiva

Maggioranza compatta e che sostiene Ansideri replica al Pd bastiolo

Maggioranza compatta e che sostiene Ansideri replica al Pd bastiolo

BASTIA UMBRA – “I problemi vanno affrontati, non nascosti o delimitati”, si legge in un nuovo comunicato del PD bastiolo avente ad oggetto la questione relativa al ponte di Bastiola. Parole sante! Ed è proprio quello che l’Amministrazione Ansideri ha fatto e sta facendo: risolvere i problemi della Città in via definitiva, come dimostrano i grossi investimenti in materia di edilizia scolastica, la ristrutturazione di edifici come l’ex Istituto Professionale e l’ex Chiesa di Sant’Angelo, la messa in sicurezza del palazzo comunale e l’individuazione di soluzioni efficaci per la viabilità. Rientrano in quest’ottica la realizzazione del sottopasso ferroviario in Via Firenze e, facendo di necessità virtù, il miglioramento della viabilità sul ponte di Bastiola. Alto che “toppe e transenne”!

Loro sì, se fossero stati al governo della città, avrebbero messo l’ennesima “toppa” anche al ponte di Bastiola praticando una soluzione “sconsigliata”nella sua relazione tecnica dall’Ingegner Alberto Capitanucci non solo perché avrebbe comportato riduzione di velocità e divieto di circolazione a mezzi pesanti e pedoni, ma anche per il rapporto tra costo (ingente) e risultati (modesti).

E non vengano a dirci che dopo una prima soluzione “tampone” avrebbero messo mano ad un progetto più ambizioso, perché sappiamo bene come sono andate a finire le loro soluzioni “tampone”. Basta pensare alla scuola posta al secondo piano del Centro Commerciale di XXV aprile o alla realizzazione della tanto sospirata pista per l’atletica leggera omettendo di costruire gli indispensabili spogliatoi che l’avrebbero resa pienamente fruibile dagli atleti, per non parlare della realizzazione del sottopasso ferroviario (ribattezzato “del carrozziere”) in un punto ritenuto sbagliato da tutti i cittadini.

Certamente tutti avremmo voluto che i tempi di esecuzione dei lavori sul ponte, e non solo questi, fossero stati assai ridotti, ma è fortemente ingiusto e dettato esclusivamente dallo spirito di polemica esistente tra i partiti politici attribuire la colpa dei ritardi alla mancata efficienza degli Amministratori o degli Uffici Comunali. Accade la stessa cosa a tutti i livelli e dovrebbero saperlo bene gli amici del PD che vedono il loro Ministro Graziano Delrio arrovellarsi ogni giorno le meningi per far fronte agli impedimenti burocratici ed ai ricorsi che ostacolano la sua opera tesa all’ammodernamento delle infrastrutture nazionali. Ai cittadini chiediamo di avere ancora un po’ di pazienza nella certezza che, una volta realizzata, l’opera riuscirà a ripagarli dei tanti sacrifici che hanno dovuto sopportare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*