Scuola di XXV Aprile l’intervento del sindaco Paola Lungarotti

 
Chiama o scrivi in redazione


Scuola di XXV Aprile l’intervento del sindaco Paola Lungarotti

Scuola di XXV Aprile l’intervento del sindaco Paola Lungarotti

“Onorata ed orgogliosa nell’aver tagliato il nastro inaugurale della Scuola di XXV Aprile. Ho raccolto solo in ultima battuta il testimone dell’Amministrazione Ansideri che tenacemente e caparbiamente ha creduto in questo progetto, anche quando la congiuntura economica e le lungaggini burocratiche sembravano allontanare sempre più la realizzazione del plesso scolastico.

Una scuola efficiente ed all’avanguardia sia dal punto di vista strutturale che funzionale; una scuola che chiude innanzitutto una attesa di circa 35 anni da parte degli alunni e delle alunne del quartiere XXV Aprile ubicati al terzo piano del Centro commerciale Il Giramondo.

Una scuola, ci teniamo a  sottolineare, costruita grazie ad una politica di rigore sul piano delle spese che ha sempre caratterizzato l’Amministrazione precedente, esempio di buona amministrazione a cui ci rifacciamo per proseguire e arricchire ulteriormente la qualità della nostra città.

Per quanto riguarda i ritardi del cantiere pare che questi abbiano radici lontane, a partire dal 2018

Rigore e oculatezza che hanno permesso di togliere la tassa di scopo, introdotta dell’Amministrazione di sinistra per reperire parte dei fondi necessari, e realizzare comunque, senza nemmeno confidare sui contributi ministeriali, questo plesso scolastico che accoglie oltre agli alunni della zona di XXV Aprile anche quelli di Cipresso e Bastiola.

La scuola di XXV Aprile parte da lontano. La sua fattibilità si concretizzò con l’approvazione definitiva del Piano San Marco (da molto tempo bloccato da un ricorso al TAR) che consentì al Comune di entrare in possesso dell’area dove oggi è stata costruita la scuola. Con Delibera 184 del 27-06-2013 viene sbloccato il piano San Marco così da permettere all’allora Assessore Gen. Marcello Mantovani di commissionare il progetto preliminare approvato poi nel 2013 per poi approvare il definitivo il 25 febbraio 2014, sempre con l’Assessore Mantovani.

Con le elezioni del 2014 chiaramente la procedura si interrompe per essere poi ripresa nel lasso di un brevissimo tempo (18 giorni) e portata a compimento il 26 giugno 2014 con l’approvazione del progetto definitivo sotto l’assessorato Degli Esposti.

Dopo 7 mesi (marzo 2015) la Giunta approva il capitolato d’appalto.

La gara per l’affidamento dei lavori si è conclusa a Marzo 2016 poi l’attesa delle sentenze sui ricorsi al TAR e Consiglio di Stato ha ritardato la partenza del cantiere a Giugno 2017.

Da allora, la progressiva costruzione della Scuola di XXV Aprile è sotto l’occhio di tutti. Un grande obiettivo raggiunto, una grande promessa realizzata, un serio lavoro di squadra. I protagonismi sterili non sono atteggiamenti di questa Amministrazione.

Quando si lavora per la città e si condividono i progetti in seno ad una Giunta, l’Ego smisurato di chi deve dimostrare quanto valga deve cambiar strada e lasciare il passo alla collegialità di un team allargato, nel quale il lavoro e l’impegno di tutti si fondono in un sostanziale e sinergico percorso volto alla realizzazione di un obiettivo per la comunità; la Scuola di XXV Aprile è questo”.

COMUNICATO STAMPA DEL SINDACO PAOLA LUNGAROTTI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*