Storico campetto Fatigoni, volano stracci tra Renzini e Degli Esposti, non si chiede molto!

In pratica, cari ragazzi, secondo l’Assessore Degli Esposti – con deleghe anche alla SICUREZZA - le porte da calcio ve le dovete delimitare con qualche felpa

 
Chiama o scrivi in redazione


Storico campetto Fatigoni, volano stracci tra Renzini e Degli Esposti, non si chiede molto

Storico campetto Fatigoni, volano stracci tra Renzini e Degli Esposti, non si chiede molto
Da Fabrizia Renzini
BASTIA UMBRA – Campetto Fatigoni. Solo due porte ed una rete protettiva: questo chiedono i cittadini. I cittadini di Bastia non chiedono un “impianto sportivo” – come vorrebbe far credere l’Assessore Degli Esposti – ma un semplice “impianto di esercizio”, che le norme CONI autorizzano in deroga (delibera CONI n. 149 del 6.05.2008).

Niente spogliatoi, niente custodia, niente servizi igienici, niente posti per il pubblico: solo due porte ancorate sul terreno ed una rete protettiva per evitare che i palloni vadano in strada e compromettano la sicurezza di chi transita. Il tutto con il visto di approvazione del CONI stesso. I cittadini vogliono ciò che è stato smantellato nell’agosto 2015 sia ai Fatigoni che nei pressi del Palagiontella: null’altro!

Il progetto esecutivo già in corso d’opera prevede invece un’“area giochi e svago libera” e di dimensioni più ridotte della preesistente che l’Assessore, nel suo comunicato stampa di ieri, vorrebbe far passare come area idonea al “gioco del pallone”.

In pratica, cari ragazzi, secondo l’Assessore Degli Esposti – con deleghe anche alla SICUREZZA – le porte da calcio ve le dovete delimitare con qualche felpa ed indumento gettati a terra! Ancora una volta il problema si sta, per chissà quali ragioni, tagliando alla radice: per evitare problemi di sicurezza? per assecondare qualche residente nel pisolino pomeridiano? o forse per incapacità di imporre consoni orari di utilizzo dell’area, come da regolamento di Polizia Urbana, e poi farli rispettare con idonei controlli? Saranno i cittadini a giudicare!

LA PIANTINA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*