Compostaggio domestico un corso per tutta la cittadinanza a Bastia Umbra

 
Chiama o scrivi in redazione


Compostaggio domestico un corso per tutta la cittadinanza a Bastia Umbra

Compostaggio domestico un corso per tutta la cittadinanza a Bastia Umbra

Compostaggio domestico, un corso per tutta la cittadinanza a Bastia Umbra in collaborazione con GESENU

Compostaggio domestico, un corso per tutta la cittadinanza a Bastia Umbra Ieri, giovedì 22 Aprile in occasione della “Giornata Mondiale della Terra”, si è svolto un Corso di Compostaggio domestico in modalità online

Bastia Umbra: Un evento sul compostaggio domestico si è svolto nel comune di Bastia Umbra, in occasione “della Giornata Mondiale della Terra”. Nel pomeriggio di ieri giovedì 22 Aprile a partire dalle ore 18.30 si è svolto un Corso di compostaggio domestico in modalità online, tramite l’applicativo ZOOM, tenuto da un nostro esperto in materia e avrà una durata di circa 30 minuti.

All’incontro hanno partecipato il sindaco di Bastia Umbra Paola Lungarotti e l’ Assessore e Vicesindaco del Comune di Bastia Umbra Francesco Fratellini. L’attività formativa rivolta ai nuovi utenti compostatori vuole rappresentare un supporto professionale di un esperto accreditato in materia di compostaggio. La formazione ha come obiettivo quello di stimolare sempre più nella comunità di compostatori la consapevolezza che un mondo più pulito comincia in primis da noi stessi. 

La promozione del compostaggio domestico nasce come idea virtuosa con lo scopo di consapevolizzare i cittadini sulle importanti tematiche della riduzione dei rifiuti in ingresso agli impianti di trattamento dei rifiuti organici e della riduzione dell’impatto ambientale della raccolta dei rifiuti. Chi infatti ha la possibilità di prendere un composter in comodato d’uso gratuito può concretamente di realizzare un’efficacia riduzione dei rifiuti, con evidenti benefici ambientali.

Diffondere la buona pratica del compostaggio domestico significa trasmettere importanti consapevolezze ai cittadini, sperimentando tangibili esperienze di economia circolare, diffondendo un nuovo modello di concetto di rifiuto: «il rifiuto non è un problema ma una risorsa» al fine di sensibilizzare gli utenti sulla corretta modalità di differenziazione dei rifiuti, toccando effettivamente con mano il concetto di valorizzazione dei rifiuti, che ci mette a disposizione prodotti a kilometro zero nel nostro orto.

Il compostaggio viene effettuato attraverso composter: un contenitore in plastica dotato di un’apertura superiore per l’inserimento dei rifiuti organici e di una apertura inferiore per prelevare il compost maturo. La compostiera in plastica, se effettuata in maniera corretta, risulta essere il modo migliore per realizzare il compostaggio domestico, anche in zone in cui la densità abitativa è relativamente elevata perché non produce cattivi odori, oltre che essere di facile utilizzo. Ciò che si ottiene è appunto il “compost” ovvero un ammendante organico ottenuto dalla stabilizzazione aerobica di rifiuti organico, che è un materiale di origine naturale che migliora la fertilità del suolo fornendo nutrienti preziosi alle colture.

GESENU sostiene la formazione dei suoi utenti come strumento per implementare ed incrementare la buona pratica del compostaggio domestico al fine di ottenere una rete sempre più ampia di compostatori e migliorare sempre di più la raccolta differenziata.

La decisione di organizzare il corso proprio in concomitanza di questa data, sta a sottolineare l’importanza della Giornata della Terra, in cui si celebra l’ambiente e la salvaguardia del pianeta Terra. L’Istituzione della Giornata mondiale della Terra si deve a John McConnell, un attivista per la pace che si era interessato anche all’ecologia: credeva che gli esseri umani abbiano l’obbligo di occuparsi della terra e condividere le risorse in maniera equa.

Nell’ottobre del 1969, durante la Conferenza dell’UNESCO a San Francisco, McConnell propose una giornata per celebrare la vita e la bellezza della Terra e per promuovere la pace. Per lui la celebrazione della vita sulla Terra significava anche mettere in guardia tutti gli uomini sulla necessità di preservare e rinnovare gli equilibri ecologici minacciati, dai quali dipende tutta la vita sul pianeta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*