Caccia Village 2024, ancora una volta numeri importanti, oltre 30 mila visitatori

Caccia Village 2024, ancora una volta numeri importanti, oltre 30 mila visitatori

Caccia Village 2024, ancora una volta numeri importanti, oltre 30 mila visitatori

Cambiano i giorni di apertura ma non cambiano i numeri di Caccia Village che si conferma anche in questa 12°edizione, come la manifestazione fieristica venatoria più importante del centro e sud Italia.

Oltre 30 mila visitatori, provenienti da ogni parte d’Italia, hanno varcato i cancelli nei tre giorni di una delle fiere più amate dal pubblico venatorio, con un picco di 14.000 presenze nella sola giornata di sabato. Al di sopra delle aspettative anche le presenze della giornata di lunedì, tra le novità dell’edizione 2024, che ha confermato l’idea del patron Andrea Castellani di dedicare una giornata agli addetti al settore.

“Siamo sempre entusiasti di leggere i numeri di Caccia Village – afferma Castellani – non solo perché gratificano il lavoro organizzativo della fiera, ma perché sappiamo che portano a ricaduta un impatto positivo in termini di presenze sul territorio e di indotto economico, confermato anche dall’apprezzamento del nuovo servizio offerto “Customer Care” che ha trasformato la visita a Caccia Village in una vacanza in Umbria. La nostra è e resta una fiera pensata per i cacciatori – continua Andrea Castellani – ma non mancano importanti momenti di approfondimento e con piacere anche quest’anno abbiamo dato spazio alle associazioni di categoria, al mondo scientifico, formativo e venatorio e alle istituzioni che hanno scelto Caccia Village per dialogare e portare interessanti contenuti alla fiera”

Cresciuto anche il numero degli espositori, oltre 300 tra cui i più importanti brand internazionali, che hanno presentato a Caccia Village le ultime novità di settore. Un percorso di visita suddiviso tra aziende, simulazioni, aree food, lifestyle, spettacoli e cooking show, hanno dato vita ad una fiera immersiva e trasformato Umbriafiere nel villaggio dei cacciatori e degli appassionati al tiro a volo.

Riconfermato il successo dell’area Park Village con la collaborazione di ENCI,  delle linee di tiro e degli spettacoli di Raniero Testa e Davide De Carolis, oltre che del contenitore tematico Cibo Selvaggio, che ha chiuso il palinsesto di attività con lo show cooking a fuoco vivo di Davide Nanni, realizzato in collaborazione con Fondazione UNA. Apprezzate anche le Cene Off di Caccia Village, altro esperimento dell’edizione 2024, che Franchi Food Academy ha organizzato nell’ottica della promozione delle filiere di carne selvatica.

Caccia Village insomma cresce di anno in anno con l’obbiettivo di offrire al pubblico un evento unico e diverso da tutti gli altri, da vivere in maniera coinvolgente e divertente ma garantendo sempre una presenza qualificata in termini di contenuti e tematiche da portare all’attenzione del pubblico e del mondo venatorio.

Il mio ringraziamento – afferma Castellani – va sicuramente alle istituzioni che ci sostengono, a tutte le associazioni del mondo venatorio, del tiro a volo e avviamente alle aziende che ogni anno scelgono Caccia Village come vetrina di promozione e di collegamento con il pubblico. Grazie a loro la nostra fiera continua a crescere e ad essere un punto di riferimento per il settore. Ed ora già guardiamo al 2025!” 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*