Motociclisti maleducati lungo la stradina del percorso verde

Motociclisti maleducati lungo la stradina del percorso verde
Scatto da Google Maps

Motociclisti maleducati lungo la stradina del percorso verde

«Motociclisti viaggiano indisturbatamente e in modo strafottente a Bastia Umbra». A comunicarlo alla nostra redazione è una lettrice che con molta amarezza ha voluto mettere in risalto gli episodi di maleducazione da parte di questi soggetti.

Il luogo lo abbiamo già detto è Bastia e con precisione si tratta della stradina asfaltata che costeggia il percorso verde. La signora in una messaggio che ha inviato ha scritto: «Viaggiano a velocità sostenuta senza nessun riguardo nei confronti di chi passeggia con bambini, con passeggini, anziani e famiglie. Questo avviene a qualsiasi ora del giorno. In tutto il contesto – dice la lettrice – i vigili dove sono?»

«La sicurezza delle persone e di quei luoghi spetta proprio a loro, invece da quelle parte non si vedono mai». E poi: «Chiedo cortesemente di sensibilizzare l’opinione pubblica al riguardo e all’amministrazione comunale da poco insediatasi di fare svolgere alla polizia locale al meglio il suo lavoro e di essere più presenti per la comunità».

E infine conclude: «Non è uno solo, ma sono parecchi ragazzi e adulti con “scuteroni” e il cartello all’ingresso del percorso non è molto chiaro riguardo agli orari nei quali possono transitare».

La foto pubblicata è stata scattata da Google Maps che in quel momento, mentre passava, ha immortalano uno scooter che sopraggiungeva da lontano. E se lo ha fotografato Gmap, figuriamoci quante ce ne stanno al giorno. A dimostrazione che il racconto della nostra lettrice è vero.

3 Commenti

  1. E che dire dei motorini con silenziatore truccato?
    Il codice della strada perchè non viene applicato?
    Perchè i tutori dell’ordine tutti non passano qualche ora in via Roma?
    motorini truccati si sentono dalla rotonda di Largo Lancetti alla rotonda di Via Becchetti di S. Maria degli Angeli.
    Che dire poi delle moto,motorini,auto che a volte scambiano Via Roma per una pista da corsa?

    • Lei ha perfettamente ragione, purtroppo anche qui, c’entra sempre la politica, basterebbe dare l’ordine, ma controllare il traffico in modo efficace significa “turbare” l’opinione pubblica e questo “non sa da fare”, sopratutto in prossimità delle elezioni.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*