Incidente in via Firenze a Bastia, residenti, è accaduto ciò che temevamo

A darne comunicazione i cittadini stessi sul neo gruppo Via Firenze TUTTI IN FILA BASTA FILE

 
Chiama o scrivi in redazione


Incidente in via Firenze a Bastia, residenti, è accaduto ciò che temevamo

Incidente in via Firenze a Bastia, residenti, è accaduto ciò che temevamo

BASTIA UMBRA – Ha tentato inversione a “U” in via Firenze, a Bastia Umbra, è c’è “scappato” l’incidente. La Volvo, alla cui guida si trovava una signora olandese, ha improvvisamente invaso la corsia di marcia per fare inversione.  Dalla direzione opposta, condotta da un noto commerciante di via Firenze, stava arrivando una Up Volkswagen. Il conducente della piccola utilitaria ha cercato di evitare la potente vettura olandese, ma non c’è stato nulla da fare: impatto sugli angoli anteriori.  E’ accaduto, quindi, quello che i cittadini di via Firenze avevano già annunciato da giorni.

Da quanto appreso – la dinamica è in corso di accertamento presso la Polizia Locale – sembra che la signora, che viaggiava in direzione del ponte sul fiume Chiascio, visto semaforo rosso e la fila, ha optato per invertire il senso di marcia.

Fortunatamente nessuno si è fatto male. Si tratta di una piccola collisione tra auto, ma che crea caos in una via tanto trafficata a causa del ponte sul Chiascio, aperto solo a un solo senso di marcia con l’utilizzo di semafori.

2 Commenti

  1. Ci vuole sempre un incidente per far arrivare le problematiche a chi di dovere, questa volta fortunamente non in modo tragico. Ricordo che Bastia, come più volte segnalato, dal punto di visra della segnaletica orizzontale è fuorilegge, basta vedere tutti gli attraversamenti pedonali posti in concomitanza degli incroci, in netto contrasto con l’Art. 40 Codice della Strada, comma 3.
    “In presenza del segnale FERMARSI E DARE PRECEDENZA l’attraversamento pedonale, se esiste, deve essere tracciato a monte della linea di arresto, lasciando uno spazio libero di almeno 5 m; in tal caso i pedoni devono essere incanalati verso l’attraversamento pedonale mediante opportuni sistemi di protezione”.
    In entrata dal sottopasso di Borgo c’è un attraversamento posto subito dietro una curva a gomito e i pedoni non si vedono. Ci sono i nuovi attraversamenti nell’incrocio di Viale Umbria con Via Roma,vanno bene solo con semafori funzionanti, quindi, quasi mai.Ecc.ecc.

  2. concordo pienamente
    si sente parlare l’attuale amministrazione di sicurezza…. sicurezza di qua sicurezza di la…. messa in sicurezza dei parchi giochi…. sono stati sbandierati ai 4 venti gli interventi fatti su tutta via Roma (anche perchè probabilmente gli unici) sottolinenando la particolare attenzione alla sicurezza stradale e agli attraversamenti con illuminazione “di nuova generazione” ma la realtà è che sono pericolosi… sono pericolosi gli attraversamenti intorno alla rotonda “arco Portella”…. gli attraversamenti difronte l’Esperia sono strapericolosi con uno messo al centro dell’ingresso piazza sfruttato sia da pedoni e bici, un’altro sullo stop di via Veneto e il terzo (lato coop) che era stato messo sempre a ridosso della rodonda non considerando che chi viene da via Veneto non vede i pedoni, in un secondo tempo le strisce sono state arretrate (ma non il dosso di rallentamento) peccato che però le vecchie strisce si continuano a vedere e tutti passano sull’attraversamento sbagliato!!!
    il semaforo inteligente di viale Umbria è stato un capolavoro attraversamenti sopra gli stop con la fermata dei pulman direzione SMA proprio sull’incrocio!!!! che cosa aveva di inteligente il semaforo ancora lo devo capire??!!! come questi sono tanti gli attraversamenti pericolosi quello ad inizio Via Veneto…. difronte Mela …etc etc …ma possibile che via Roma e il sottopasso Borgo che sono stati fatti recentemente nessuno abbia considerato che gli attraversamenti posizionati in questa maniera sono pericolosi? come si fa a mettere una fermata di un pulman su un incrocio con semaforo e sopra le strisce? ma soprattutto come si fa a parlare di attenzione da parte dell’amministrazione alla sicurezza stradale e non vedere queste cose? mahhh

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*