Raccolta differenziata, Giulietti (PD): “Sull’esempio di Ponzio Pilato”

PD Bastia Umbra, aumentato il numero degli iscritti
giacomo-giulietti

Raccolta differenziata, Giulietti (PD): “Sull’esempio di Ponzio Pilato”
È mai possibile che di fronte a questa vicenda nessuno si assuma la propria responsabilità politica e amministrativa?

da Giacomo Giulietti (Segretario Unione Comunale PD Bastia) – In questi giorni di fine gennaio non immaginavamo certo di ricevere la visita del noto prefetto romano Ponzio Pilato. Eppure è stato avvistato girovagare per Bastia, zona Fratellini e zona Movimento 5 Stelle che in questi giorni fanno a gara di lavaggio delle mani. Ebbene è proprio così: nessuno si assume la responsabilità per le proprie scelte!

L’Amministrazione Ansideri, nella figura del Vicesindaco nonché Assessore all’Ambiente Fratellini, ha introdotto questo “virtuoso” sistema di raccolta differenziata che a dispetto della conclamata “economicità, efficacia ed efficienza” (slogan di Fratellini durante la campagna elettorale) ha tutto fuorchè di economico, efficace ed efficiente: avremo pure raggiunto quasi il 70% di differenziata, ma a quale prezzo? Tariffe in costante aumento, servizio più scadente e città più sporca! Senza tenere in considerazione che il tutto avviene in un contesto di riduzione della popolazione con conseguente diminuzione dei rifiuti prodotti.

Non è da meno il Movimento 5 Stelle che, nella figura del proprio portavoce Rosignoli, dopo che in questi anni in Consiglio Comunale ha sempre votato a favore delle scelte della maggioranza sul tema dei rifiuti, adesso se ne lava le mani e tira in ballo fantomatiche responsabilità del Partito Democratico locale!

Partito Democratico che in questi anni, insieme a Bastia per Te, ha da sempre criticato questo sistema di raccolta differenziata perchè confuso, non omogeneo ed economicamente insostenibile.
Adesso, non sufficientemente contenti delle loro lungimiranti azioni, Fratellini e Movimento 5 Stelle, si rendono improvvisamente conto che forse sia il caso di voltare pagina, e chiedono a gran voce azioni legali per revisioni o risoluzioni di contratti da loro stessi approvati. Troppo facile lavarsene le mani!!

Appare assurdo che il Movimento 5 Stelle che nel resto d’Italia arriva a chiedere le dimissioni di chiunque, addirittura dei propri eletti anche per ogni piccolo cavillo, qui a Bastia non solo non abbia mai minimamente ipotizzato le dimissioni di Fratellini ma anzi continui imperterrito a votare con l’attuale maggioranza!

È mai possibile che di fronte a questa vicenda nessuno si assuma la propria responsabilità politica e amministrativa?

raccolta differenziata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*