Rotatoria di Ospedalicchio, finalmente si vede dall’altra parte

Riservato un doveroso grazie ai mezzi di informazione che hanno dato spazio

Rotatoria di Ospedalicchio, finalmente si vede dall’altra parte

da Enzo Scarabotta
Nei giorni successivi a Ferragosto
, dopo le sollecitazioni ricevute attraverso i canali mediatici e “social network” i mezzi di ANAS o Provincia (un giorno si capirà chi è intervenuto) hanno finalmente provveduto al taglio delle erbacce ed alla ripulitura della rotatoria di Ospedalicchio est e del tratto che collega a Bastiola.

Riservato un doveroso grazie ai mezzi di informazione che si sono dimostrati sensibili a segnalare il problema, viene da porsi una domanda: dobbiamo per forza accettare come normale il fatto che, in questo Paese, per ottenere quello che è un diritto acquisito (in questo caso sicurezza e pulizia delle aree comuni) si debba per forza ricorrere a battaglie mediatiche?

E’ possibile che tutti gli Amministratori della cosa pubblica (Comuni, Provincie, Regioni, Enti assimilati, ecc.) si decidano a fare il proprio dovere solo quanto vengono sbattuti sulle pagine dei giornali?

Per ora li rimandiamo al prossimo anno, sperando che non si debba ricorrere nuovamente ad una denuncia civica per un’ulteriore incuria

Rotatoria Ospedalicchio, vergogna, ma per piacere sistematela
ROTATORIA OSPEDALICCHIO PRIMA DELLA “CURA”

1 Commento

  1. Purtroppo la rotatoria all’imbocco del sottopasso di Borgo, lato scuola Fifi, rimane pericolosa essendo molto piccola per mancanza di visibilità. Ma questa spetta ad altri e se tanto mi da tanto, ci rimarrà in eterno.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*