Demolizione e ricostruzione della Palestra Scuola Media Colomba Antonietti

Demolizione e ricostruzione della Palestra Scuola Media Colomba Antonietti

Demolizione e ricostruzione della Palestra Scuola Media Colomba Antonietti

Finalmente anche per la scuola Media Colomba Antonietti si è concluso l’Iter progettuale per la sua ricostruzione a seguito del terremoto 2016. Tempi lunghi determinati dalla burocrazia, solo la scorsa settimana è stato firmato dal Commissario Straordinario del Governo il decreto N. 718 del 4 ottobre per il finanziamento definitivo e complessivo dell’opera.

L’intervento prevede la realizzazione di una palestra della superficie utile di 327,70 metri quadrati, con altezza minima di 6 metri e 40.  Con l’Ampliamento del fabbricato, previsto nel progetto, al piano terra ci saranno anche 2 spogliatoi per gli alunni e 2 spogliatoi per gli insegnanti, con servizi igienici e docce, bagno disabili e locale infermeria. Per garantire l’accesso alla struttura al di fuori delle ore scolastiche è stato inserito un ingresso dall’esterno. Il Costo dell’intervento è di 1.309.017,95 euro  di cui euro 345.050,17 finanziati nell’ambito del conto termico GSE e il restante con fondi ordinanza speciale 31 del 2021 nel Programma Straordinario di Ricostruzione e definizione delle modalità di attuazione degli interventi finalizzati al recupero delle strutture scolastiche dei Comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

L’Assessore ai Lavori pubblici Stefano Santoni ha spiegato che “la copertura dell’area gioco sarà in acciaio e legno, al piano superiore della zona in ampliamento sarà realizzato  un  archivio dalla superficie utile di 59,50 metri quadrati ad uso esclusivo della scuola e  una sala attrezzi della superficie utile di 58,20 metri quadrati. Dal punto di vista tecnologico, nel rispetto delle leggi e del rendimento energetico, si provvederà a realizzare un sistema misto convettivo -radiante,  mediante riscaldamento a pavimentazione radiante per il campo gioco, la sala attrezzi e relativi servizi, e mediante radiatori per i bagni.  Per le necessarie ventilazioni si ricorrerà ad un impianto di trattamento aria. Il sistema per il riscaldamento dell’intero edificio è alimentato da pompe di calore aria/acqua. Per compensare i consumi sarà realizzato un impianto fotovoltaico da 12 KW.Un doppio sistema a pompa di calore integrato con unità interna, garantirà il reintegro totale dell’acqua calda. L’illuminazione dell’edificio sarà interamente con tecnologia LED”.

“I sacrifici sono alle spalle – ha detto il Sindaco Paola Lungarotti – confido nella linearità dei lavori, procederemo subito nell’assegnazione dell’appalto, non vogliamo attenuare il nostro entusiasmo e quello dei tecnici perché è stata una grande e sofferta attesa. Mentre vedevo i tempi allungarsi nelle maglie della burocrazia, è stato difficile parlarne, capire e far capire. Questa Amministrazione dimostra di raggiungere giorno dopo giorno gli obiettivi prefissati”.

2 Commenti

  1. Si spera che i progettisti, diversamente da quanto accaduto nella realizzazione della palestra di Borgo, abbiano stavolta tenuto conto delle dimensioni minime occorrenti per poter svolgere nella palestra le gare di pallavolo ed eventuali altri sport praticabili entro le dimensioni massime consentite per la struttura.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*