Bastia Umbra nuovo collettore fognario, cantiere avanza, cambio viabilità

Bastia Umbra nuovo collettore fognario, cantiere avanza, cambio viabilità

Bastia Umbra nuovo collettore fognario, cantiere avanza, cambio viabilità

I lavori di Umbra Acque per la realizzazione del nuovo collettore fognario in via Gramsci sono ormai in fase di completamento e richiederanno qualche modifica alla viabilità stradale. L’intervento riguarda in particolare la fognatura che da via Bulgaria, percorrendo tutta via Gramsci, prosegue parallelamente a via Ignazio Silone (Strada Rivierasca) per arrivare fino al fiume Chiascio.

La viabilità è modificata proprio in questi giorni: l’accesso alla zona industriale sarà consentito da via Ignazio Silone (Strada Rivierasca). Le indicazioni e la segnaletica presenti sul posto indirizzeranno anche Da via Gramsci e via Moncioveta,  sempre tramite via Ignazio Silane.

Si tratta di un’opera molto importante sia in termini economici che in termini di miglioramento del servizio: opera prevista nel Programma degli Interventi per un importo complessivo di 1,2 milioni euro che è finanziata tramite la tariffa ed autorizzata da Auri (Autorità Umbra Rifiuti e Idrico) e che consentirà, in caso di piogge intense, di eliminare i disagi che a volte si sono determinati con l’allagamento del sottopasso di via Bulgaria.

I lavori sono ora giunti ad un punto nodale che coinvolge la zona limitrofa all’uscita della superstrada, dove a causa della presenza di notevoli sottoservizi e della natura ghiaiosa dei terreni, è necessario procedere agli scavi con particolare cautela. In collaborazione con la Polizia Locale ed i tecnici del Comune di Bastia Umbra, si stanno mettendo in atto le dovute modifiche alla circolazione del traffico che potrebbero creare alcuni temporanei disagi ai cittadini.

Disagi che si cercherà di limitare, completando i lavori in tempi stretti, ma allo stesso tempo si chiede ai cittadini di pazientare vista la strategica importanza delle opere che si stanno realizzando. Nelle prossime settimane la condotta sarà completata e messa in funzione, dopo di che, al termine del periodo di assestamento, si procederà al ripristino definitivo e alla completa sistemazione della pavimentazione stradale e delle zone interessate dal cantiere.

I lavori hanno avuto inizio qualche tempo fa a partire dall’argine del fiume Chiascio, dove è stata realizzata anche una scogliera avente la funzione di protezione spondale e sono proseguiti in direzione via Gramsci parallelamente a via Silone fino ad arrivare all’incrocio, regolato da impianto semaforico, con via del Lavoro. A quel punto, vista la concomitanza dell’esecuzione dei lavori con le manifestazioni “Agriumbria” e “Eurochocolate 2021” che prevedevano un notevole afflusso di persone, in condivisione con Umbriafiere e il comune di Bastia Umbra, si è deciso di lasciare libero dal cantiere la zona limitrofa all’uscita della superstrada, spostando la posa delle condotte in via Gramsci, subito a monte dell’ingresso alla Strada Statale 75. I lavori, pur prevedendo la posa di condotte in cemento di grande diametro, sono stati realizzati minimizzando gli scavi ed i disagi alle persone, mediante la posa di blindature armate che consentono l’avanzamento in sicurezza per piccoli tratti.

3 Commenti

  1. Perché non valutare la costruzione di una rotonda al posto dei semafori? Visto che ci sono scavi e demolizioni si risparmierebbero dei soldi realizzando una cosa credo indispensabile!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*