Telecamere nei vicoli del centro a Bastia, la Lega incalza

 
Chiama o scrivi in redazione


Catia Degli Esposti con tutta la sua coalizione a San Lorenzo
Catia Degli Esposti

Telecamere nei vicoli del centro a Bastia, la Lega incalza

“La Lega ha a cuore le questioni relative alla sicurezza ed incalzeremo affinché vengano posizionate le telecamere nella zona dei vicoli del centro storico. L’assessore Valeria Morettini amministri con serenità e senza pregiudizi o condizionamenti”. E’ il commento del consigliere comunale del Gruppo Lega Catia degli Esposti, in merito alle polemiche sul tema della sicurezza e in particolare sull’istallazione delle telecamere in centro storico.

© Protetto da Copyright DMCA

“Vorrei ricordare quanto realizzato sulla questione dei vicoli del centro storico prima dell’insediamento dell’assessore Valeria Morettini, in quanto mi riguarda in prima persona – spiega il consigliere Catia degli Esposti -. L’azione da me intrapresa ha affrontato in modo serio la questione  riqualificazione dei  vicoli del centro storico, zona degradata sia da un punto di vista degli edifici che di frequentazione, in quanto base per l’attività di spaccio, oltre che comportamenti vandalici continuativi.

Ho portato avanti con convinzione il rifacimento delle pavimentazione affrontata in modo graduale per esigenze di bilancio, il recupero della chiesa di Sant’Angelo e dell’arco di Sant’Angelo non arrivato a compimento perché stoppata da questa amministrazione.

Per poter gestire un sistema di video sorveglianza in queste zone era necessario prevedere un collegamento in fibra, visto che è facilmente intuibile che il sistema radio non poteva funzionare. Il rifacimento della pavimentazione ha portato con se il rifacimento delle condutture fognarie, perché tanti erano ancora gli scarichi a dispersione, delle condutture per gas ed impiantistica e dei nuovi cavidotti in cui poter passare la fibra con facilità, collegandola alla centrale di videosorveglianza ubicata presso la sede della polizia locale.

L’assessore Morettini  – prosegue il consigliere Lega – è alla guida della polizia locale dal gennaio 2019 e durante quell’anno è stata eseguito l’altro passaggio necessario per avere un risultato ottimale nell’installazione delle telecamere: l’illuminazione dei vicoli.  Come ben sappiamo le problematiche si manifestano soprattutto la notte.

Era quindi nell’ordine naturale delle cose procedere oggi all’installazione delle telecamere perché l’ assessore Morettini deve lavorare nell’interesse della comunità e  stoppare azioni necessarie per la sicurezza per solo spirito di rivalsa o di contrapposizione rivela tutti i limiti della su azione.

L’installazione delle telecamere sui vicoli darebbe dare un supporto fondamentale alle forze dell’ordine per debellare in modo efficace i tanti episodi di microcriminalità che tutti i giorni accadono. Non è possibile immaginare un controllo continuativo, anche giornaliero, da parte di carabinieri e polizia. La polizia locale poco interviene sulle questioni inerenti la sicurezza anche per evidenti limiti organizzativi e le telecamere sui vicoli costituiscono un importante deterrente. Lo ha ribadito il prefetto nella riunione di un mese fa: le telecamere sono uno dei principali strumenti per la lotta al crimine.

E quanto ai dati io mi riferivo alla percezione dei cittadini di Bastia in periodo dove abbiamo avuti frequenti episodi di criminalità, quali furti, atti vandalici, spaccio.

Nella comunicazione dell’ottenimento del contributo – conclude il consigliere Degli Esposti – si parla di Bastia come una tra le cittadine dell’Umbria con incidenza di criminalità elevatissimo e, pertanto , non pensiamo di aver alterato o esagerato i dati. L’assessore Morettini non si nasconda dietro le percentuali”.

1 Commento

  1. Scusate… Ma sicurezza di cosa…Si sono resi conto quelli della Lega come quelli che amministrano la città che Bastia è morta sotto ogni punto di vista??? Il Salvinismo è congenito… Sempre quelle tre cose che cambiano ordine… Ma se invece si pensasse a delle proposte per rilanciarla non sarebbe male…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*